Vuoi maggiori informazioni?

Un nostro esperto è pronto a guidarti nella scelta del prodotto che fa per te.
Lascia i tuoi riferimenti e ti richiameremo noi entro 24 ore, gratuitamente!


Dolore al ginocchio quando si scendono le scale: cos’è e come rimanere autonomi

La gonalgia è un sintomo da non sottovalutare, perché spesso è un segnale che ci indica che il nostro ginocchio ha qualche problema. Ecco quali sono le cause del dolore al ginocchio e come si fa a mantenere la propria autonomia in caso di problemi a questa articolazione.

dolore al ginocchio nello scendere le scale

Dolore al ginocchio: perché è importante non sottovalutarlo?

Il ginocchio è una delle articolazioni più importanti e allo stesso tempo delicate del nostro corpo. Grazie ad esso possiamo camminare, correre piegarci e rialzarci. Il suo funzionamento è consentito dagli elementi che lo compongono: ossa, legamenti, tendini e cartilagini.

Proprio per la complessità della sua struttura e della sua funzione, il ginocchio va facilmente incontro ad usura, tanto nelle persone anziane quanto in quelle giovani, anche se i motivi possono essere differenti.

Per questo è importante non trascurare la comparsa del dolore al ginocchio e rivolgersi subito al medico curante, perché tale dolore potrebbe essere la spia di un problema grave che, se non trattato, potrebbe causare conseguenze importanti, come la comparsa di artrosi precoce nei giovani o limitare la mobilità dell’arto sia nei giovani che negli anziani. Negli anziani, poi, un dolore al ginocchio trascurato, potrebbe portare alla perdita della capacità di movimento e dell’autonomia, causando anche un’invalidità che, talvolta, si rivela permanente.

In diversi casi, l’unico modo per affrontare e risolvere il problema del dolore al ginocchio e riprendere una vita regolare è sottoporsi ad un’intervento che vada a ricostruire le aree danneggiate, anche con l’impianto di protesi.

Le possibili cause della gonalgia

Il dolore al ginocchio, o gonalgia, è una sorta di richiesta di aiuto dell’articolazione, che ci dice che qualcosa non funziona per il verso giusto.

La gonalgia può avere un’infinità di cause più o meno gravi: in alcuni casi, il dolore al ginocchio è un sintomo che non deve destare preoccupazioni, in altre va approfondito con diagnosi ed esami specifici e trattato tempestivamente, per prevenire l’insorgenza di infezioni, di gravi problemi articolari e di motilità.

Le principali cause di dolore al ginocchio sono date da infortuni, infiammazioni di tipo traumatico ed infiammazioni di natura degenerativa. In alcuni casi, le patologie a carico di altre zone del corpo, come i piedi o la schiena, possono avere come conseguenza il dolore al ginocchio.

Infortuni

Gli infortuni sono una delle cause principali del dolore al ginocchio. Questi traumi colpiscono più di frequente le persone giovani, in particolare coloro che praticano sport, ma possono capitare anche agli anziani, magari a causa di cadute accidentali. Tra i principali tipi di infortunio che possono interessare il ginocchio ci sono:

  • lesione o rottura dei legamenti. Il ginocchio ha 4 legamenti, i legamenti crociati anteriore e posteriore, il legamento collaterale mediale e il legamento collaterale esterno. I traumi a loro carico sono più frequenti negli sportivi, come i giocatori di calcio;
  • lacerazione del tendine rotuleo. Anche in questo caso chi pratica sport corre maggiori rischi di lesioni al tendine;
  • lesione o rottura dei menischi. Interessa più di frequente i calciatori e, spesso, è causata da una rotazione anomala del ginocchio.
  • lussazione della rotula. Questo infortunio avviene a causa di gravi traumi o di una forte torsione del ginocchio, e provoca l’uscita della rotula dalla sua sede;
  • frattura delle ossa che fanno parte del ginocchio;
  • borsiti. Solitamente sono causate da traumi più o meno grandi che si ripetono nel tempo.

Artrite

Con il termine artrite si indica solitamente un’infiammazione delle articolazioni. Tra le cause più frequenti di dolore al ginocchio ci sono alcune forme di artrite, che colpiscono maggiormente le persone anziane, ma possono manifestarsi anche nei soggetti più giovani, se trascurano per lungo tempo i loro problemi al ginocchio. Ecco quali sono le forme di artrite che possono colpire il ginocchio:

  • artrosi. Si tratta della forma più frequente di artrite che può colpire il ginocchio, una patologia che provoca una degenerazione delle cartilagini e si riscontra più facilmente negli anziani;
  • artrite reumatoide. È una malattia autoimmune che aggredisce tutte le principali articolazioni, compreso il ginocchio;
  • artrosi precoce. È una forma di artrosi che colpisce le persone più giovani.

Infiammazioni

I processi infiammatori che colpiscono il ginocchio, solitamente, sono causati dalle cosiddette sindromi da sovraccarico funzionale, che colpiscono soprattutto le persone che praticano intensa attività sportiva. Quando l’articolazione viene sollecitata in maniera esagerata ed impropria, finisce per infiammarsi. Ecco quali sono i tipi di infiammazione che possono provocare dolore al ginocchio:

  • tendiniti. Distinguibili in tendinite rotulea e tendinite del quadricipite femorale, entrambe provocano dolore al ginocchio. Se la prima colpisce più di frequente gli atleti che praticano sport in cui è richiesto di saltare in maniera frequente, la seconda interessa maggiormente le persone che effettuano spesso piegamenti delle gambe;
  • ginocchio del corridore o sindrome della bandelletta ileo – tibiale. Colpisce la zona ileotibiale, cioè la fascia che riveste i muscoli femorali della coscia. Interessa principalmente corridori e ciclisti.

Fattori di rischio

Esistono poi dei fattori di rischio ai quali prestare la dovuta attenzione: anche se non sono la causa diretta dei problemi al ginocchio, determinano un rischio maggiore di insorgenza degli stessi. Ecco quali sono i fattori di rischio da non sottovalutare:

  • essere in condizione di sovrappeso o obesità. Il peso corporeo eccessivo causa un sovraccarico delle articolazioni delle gambe;
  • praticare sport o eseguire lavori che sono fonte di stress per il ginocchio;
  • problemi muscolari. Se i muscoli della coscia sono poco tonici, potrebbero causare dolore al ginocchio;
  • precedenti infortuni al ginocchio. Chi ha subito in passato infortuni al ginocchio ha un rischio maggiore di sviluppare l’artrosi.

Per quanto possibile, è utile fare prevenzione ed evitare questi fattori di rischio, specialmente se si sono già manifestati dei problemi alle ginocchia.

Chi si occupa dei problemi alle ginocchia?

Ci sono diversi specialisti che si occupano di diagnosticare e trattare le patologie che interessano il ginocchio. Quando si presenta il dolore, per sapere a quale specialista rivolgersi, è opportuno contattare per primo il medico di famiglia, che potrà effettuare un primo controllo e formulare una prima valutazione. Una volta sottoposto il proprio problema al medico di famiglia, sarà lui ad indirizzare il paziente verso lo specialista più adatto che può essere: un medico o chirurgo ortopedico, se il problema è di tipo traumatico o se c’è necessità di un intervento; il reumatologo, nel caso in cui il dolore al ginocchio sia causato dall’artrite o da problemi che hanno una natura reumatica. Per la riabilitazione, ci si può rivolgere ad un fisiatra.

Cosa si deve fare quando si avverte dolore al ginocchio?

Quando si sperimenta il dolore al ginocchio in conseguenza di un incidente o per cause sconosciute, è opportuno rivolgersi ad un medico, che effettuerà un esame obiettivo per capire la natura e la gravità del danno, piegando e distendendo il ginocchio e chiedendo al paziente di muoverlo. Se necessario, il professionista prescriverà analisi ed esami diagnostici quali radiografie, ecografie, tac, scintigrafie, risonanze magnetiche o artroscopie: tutti strumenti utili a determinare il tipo di problema che ha colpito il ginocchio.

In caso di grave infortunio, è importante allertare immediatamente i soccorsi: una volta giunti in pronto soccorso, verranno effettuati tutti gli accertamenti del caso e, se la situazione lo richiede, verrà disposto il ricovero.

In tutti i casi, un intervento e una diagnosi tempestivi sono fondamentali per garantire una guarigione il più possibile completa.

Consigli per ridurre i sintomi del dolore al ginocchio

Ci sono moltissimi modi per ridurre ed eliminare il dolore al ginocchio. Nei casi più gravi, l’unico modo per eliminare il problema in maniera definitiva è ricorrere alla chirurgia, in altri si possono applicare impacchi o medicinali per ridurre il dolore oppure praticare un’attività fisica mirata.

Ecco alcuni rimedi per migliorare le condizioni del proprio ginocchio:

  • tenere l’arto fermo e a riposo, in posizione rialzata, applicando ghiaccio ogni 4 o 5 ore per ottenere una riduzione del gonfiore e del dolore;
  • assumere farmaci antinfiammatori, come il paracetamolo o gli antinfiammatori non steroidei (FANS);
  • sottoporsi a sedute di fisioterapia e svolgere dei semplici esercizi, utili a rinforzare ed allungare la muscolatura. A volte la fisioterapia può essere affiancata da ultrasuoni o tecarterapia;
  • eseguire delle infiltrazioni. Si tratta di iniezioni che vengono effettuate direttamente sull’articolazione per ridurre il dolore e l’infiammazione. Per le infiltrazioni vengono impiegate diverse sostanze (le più usate sono corticosteroidi e acido ialuronico);
  • chirurgia. Quando il problema che ha causato il dolore al ginocchio è troppo grave, c’è stata una mancanza di risposta alle terapie o gli interventi conservativi effettuati non si sono rivelati risolutivi, l’unica soluzione per eliminare il dolore e ripristinare completamente la funzionalità del ginocchio è ricorrere al trattamento chirurgico.

In caso ci sia bisogno di effettuare un intervento chirurgico, prima di impiantare una protesi, i professionisti provano ad eseguire degli interventi di tipo conservativo, così da accelerare i tempi di guarigione e rendere possibile un recupero completo dell’uso dell’articolazione.

Come conservare l’autonomia di movimento?

Specialmente per gli anziani è fondamentale mantenere la propria autonomia di movimento, anche quando la salute è precaria e le condizioni fisiche lo rendono difficile.

Il dolore al ginocchio può limitare di molto l’autonomia di una persona, causandole un’inabilità, temporanea o permanente che, ad esempio, le rende difficile eseguire normali movimenti quali camminare, salire le scale, sedersi e alzarsi. Per questo è importante che la famiglia di una persona che ha problemi al ginocchio le offra assistenza e la aiuti a trovare delle soluzioni che le consentano di continuare a fare in totale sicurezza la vita di prima che si presentasse il dolore al ginocchio.

Possono essere impiegati dei dispositivi medici che fungano da supporto e sostegno alla persona che ha problemi articolari, come bastoni da passeggio o deambulatori, così da migliorare la sua qualità della vita.

Se in casa sono presenti delle scale, per rendere meno difficoltosa e più sicura la salita e la discesa e consentire l’accesso ai piani superiori della casa a chi ha dolore al ginocchio, anche la tecnologia offre un valido aiuto: si può optare per l’installazione di un montascale o, se lo spazio è sufficiente, di un miniascensore, che può ospitare anche una eventuale sedia a rotelle.

Grazie per il tuo messaggio. Il nostro servizio clienti ti richiamerà a breve.


Contattaci!

Informazioni Utili

Soluzioni per: