Vacanze per Anziani? Come pianificare al meglio una vacanza a misura di anziano

Organizzare una vacanza con un anziano richiede delle attenzioni particolari. Ecco allora alcuni consigli per godersi una vacanza anche in età avanzata.

55 vacanze per anziani come pianificare un viaggio su misura

Come organizzare una vacanza su misura di anziano

Pianificare una vacanza per anziani può essere piuttosto complesso. Bisogna pensare sempre alla salute e al benessere dell’anziano, e ciò può richiedere un’attenzione particolare.

  • Innanzitutto, occorre scegliere con cura la meta del viaggio, tenendo conto naturalmente dei desideri della persona ma anche delle sue esigenze e capacità fisiche. A una certa età, per esempio, i soggiorni in montagna o al mare possono diventare complessi per la temperatura o per altre condizioni, e si può optare allora per un sito culturale o per le terme.
  • Bisogna selezionare attentamente la struttura per l’alloggio e quanto vi si collega. Occorrono stanze adeguate, la possibilità di soddisfare esigenze specifiche, distanze ragionevoli da tutti i punti d’interesse. Occorre stare attenti all’alimentazione, che deve essere sana e sottostare ai bisogni particolari dell’anziano, e all’assenza di barriere architettoniche, specie se l’anziano non è autosufficiente.
  • Molto importante è la valutazione dei mezzi di trasporto più adeguati. Il viaggio ideale non dovrebbe durare molte ore, e dovrebbe essere il più possibile confortevole e tranquillo. È bene inoltre avere la possibilità di effettuare alcune soste e, se necessario, di usufruire di un apposito servizio di assistenza (offerto ormai da ogni compagnia aerea e ferroviaria europea).
  • Il programma va curato il più possibile. Bisogna evitare di concentrare troppi eventi e troppe attività in pochi giorni, e abbondare con i momenti per rilassarsi e riposare. È necessario accertarsi degli orari, delle temperature, della presenza di una guida turistica e di assistenza sanitaria in loco, nonché degli svaghi cui l’anziano può dedicarsi in tranquillità.

Dove andare in vacanza con i genitori anziani

Ecco dove organizzare una bella vacanza con i propri genitori in età avanzata:

  • mare
  • montagna
  • lago
  • città d’arte
  • crociere
  • terme

Una meta molto gettonata per tutte le famiglie resta sempre il mare. Al mare gli anziani possono godere di tanti momenti di tranquillità e serenità, magari trascorsi giocando con figli, nipoti o amici. Un periodo al mare è particolarmente indicato per gli anziani che soffrono di disturbi respiratori, anemia e frequenti influenze, grazie agli effetti benefici dell’aria aperta e del sole. Ma, in generale, la vacanza al mare offre divertimento e relax per tutti, a patto di adottare alcuni semplici accorgimenti, come uscire evitando le ore più calde, mangiare sano e leggero, usare cappelli e protezioni solari e bere molta acqua.

Anche la montagna è una meta eccellente per chi ha dei genitori anziani. Una passeggiata in montagna è l’esperienza ideale per gli anziani che hanno sempre avuto una vita attiva e non vogliono rinunciare a condividere questo piacere con la propria famiglia. Le temperature fresche e la qualità dell’aria di montagna sono sempre un toccasana, a patto di mantenersi entro determinate altitudini (specie per gli anziani che soffrono di patologie cardiache). Inoltre, spesso si trovano facilmente percorsi per gli anziani appositamente segnalati, dotati di aree di sosta, panchine e sentieri più regolari e diritti.

Delle scelte che mettono d’accordo tutti, senza controindicazioni per gli anziani, sono le gite fuori porta nella natura (per esempio in una località di campagna), i soggiorni al lago o le escursioni in collina.

Ottima anche una visita a città d’arte, musei e siti d’interesse storico o artistico, soprattutto se l’anziano ha un interesse per la cultura e la scoperta di nuovi itinerari turistici. L’importante è programmare tutto quanto in modo da evitare i luoghi dal clima caldo o eccessivamente affollati.

Le vacanze in crociera sono ideali per gli anziani, soprattutto quelli non autosufficienti. Le navi da crociera sono ormai dotate di tutti i comfort, così da permettere anche a chi soffre di una disabilità di trascorrere una bella vacanza con la famiglia.

Anche le terme sono ottime per chi ha genitori anziani, che qui potranno godere di cure che alleviano disturbi cronici e malattie tipiche della terza età. Talvolta, il Servizio Sanitario Nazionale offre anche periodi gratuiti di cura termale, dietro prescrizione medica, agli anziani che soffrono di determinate patologie.

Qual è il periodo migliore per andare in vacanza con un anziano

In linea di massima, si può consigliare il periodo primaverile e quello autunnale (aprile e maggio, settembre e ottobre) per le vacanze al mare o in generale nei luoghi a rischio caldo (città d’arte incluse); per la montagna è essenziale evitare l’inverno, e godersi invece la frescura estiva (da giugno a settembre).


Sono tanti i
periodi per andare in vacanza con un anziano, grazie alla libertà dagli impegni lavorativi. Ciò permette di scegliere molto spesso un periodo di bassa stagione, che offre moltissimi vantaggi. Evitando l’alta stagione si evita l’affollamento che la caratterizza. Un luogo affollato potrebbe rappresentare un problema per un anziano, che potrebbe perdersi o sentirsi mancare l’aria. Per contro, la tranquillità gli renderà più semplice godersi qualche momento di tranquillità.

Inoltre, le tariffe della bassa stagione sono molto vantaggiose, e permettono di fruire con un minore impegno economico di strutture e forme di supporto adatte anche agli anziani.

Bisogna poi scegliere con accortezza il periodo in base alla temperatura, così che la vacanza possa apportare un buon beneficio climatico all’anziano, evitando i rischi dovuti all’età. Quando ci si reca in villeggiatura, è opportuno evitare gli sbalzi bruschi di temperatura (ma anche i cambiamenti troppo repentini nelle routine giornaliere e nello stile di vita), così da permettere al fisico dell’anziano un adattamento graduale.

Come scegliere la struttura più adatta per il soggiorno

Per scegliere la struttura più adatta per la vacanza con un anziano bisogna venire incontro alle sue esigenze di autonomia, salute e sicurezza, indipendentemente dalla meta e dal tipo di struttura (hotel, appartamento, bed&breakfast, villaggio turistico…).

Ecco alcuni consigli sugli aspetti più importanti da considerare:

  • accessibilità esterna. La struttura deve essere ben collegata alle strade e ai mezzi pubblici, facilmente raggiungibile e situata in un’area vicina ai luoghi di interesse;
  • accessibilità degli spazi interni. La camera, gli spazi comuni, l’area ristorazione e la reception devono essere semplici da raggiungere e percorribili per un anziano. Naturalmente, soprattutto se l’anziano ha una disabilità, non devono esserci barriere architettoniche, o devono essere superabili con un supporto apposito come un piccolo ascensore o un montascale;
  • sicurezza delle camere e dei locali. Le camere devono essere dotate degli opportuni dispositivi, vicini al letto e nel bagno, per contattare la reception; l’illuminazione (anche di emergenza) deve essere abbondante. È bene che, soprattutto se l’anziano ha difficoltà di deambulazione, la disposizione del mobilio sia comoda, e il bagno sia attrezzato con maniglie di supporto, accesso facilitato alla doccia e tappeti antiscivolo;
  • servizi appositi alla persona e ospitalità. La struttura deve presentare tutti i servizi necessari agli anziani, come un’assistenza su richiesta per il trasporto interno, il servizio in camera e la possibilità di riparare prontamente i guasti. Sarebbe bene, poi, che la reception fosse attenta a informare gli ospiti anziani sulle opportunità di svago e relax più adatte a loro, nonché sui servizi ospedalieri e di assistenza più vicini;
  • alimentazione. Gli hotel devono avere dei menu salutari e adattabili alle diverse necessità di alcuni anziani (ipertensione, diabete, allergie).

Cosa fare prima della partenza

Prima della partenza è opportuno valutare tutte le possibilità aggiuntive che possono rendere la vacanza più comoda e semplice anche per gli anziani.

Dopo aver scelto la meta, il periodo e le strutture ricettive più adatte, si può cercare un’offerta speciale dedicata alle vacanze per anziani. Spesso, il comune, la regione o le associazioni danno agli anziani la possibilità di sfruttare delle proposte di vacanza, da soli o di gruppo, dal costo in gran parte coperto dall’ente o dalla società in questione. Un esempio noto è il bando annuale dell’INPS per vacanze “senior” gratuite per i pensionati.

Inoltre, è importante informarsi sui trasporti in direzione della meta prescelta e in loco. Oltre alle facilitazioni per gli anziani con difficoltà motorie, garantite sui treni e sugli aerei, esistono molte agevolazioni economiche: per esempio, le maggiori compagnie ferroviarie in Italia e in Europa offrono sconti fino al 50% per gli over 65 e altre soluzioni speciali.

Infine, non bisogna mai dimenticare che l’anziano, anche se non soffre di patologie gravi, ha una salute in genere molto cagionevole. Pertanto, è una buona idea prenotare un check-up completo prima di partire, specie per i diabetici o per chi ha malattie cardiovascolari e respiratorie.

Inoltre, l’anziano deve sempre avere con sé la documentazione relativa al proprio stato di salute e la tessera sanitaria; se si viaggia in un Paese extra-europeo, è necessario sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, e informarsi preventivamente sui servizi sanitari della destinazione prescelta.

Grazie per il tuo messaggio. Il nostro servizio clienti ti richiamerà a breve.


Contattaci!

Informazioni Utili

Soluzioni per: