050 955.503 050 955.503
Montascale per Anziani e Disabili

X

X

5 Mar, 2021 | Normative

Il 2020 è stato un anno complesso per tutti. L’emergenza sanitaria, le restrizioni attuate dal Governo e i problemi dovuti al Covid-19, hanno peggiorato qualitativamente la vita delle persone, specialmente delle categorie più fragili.

Non sorprende allora che, rispetto agli anni precedenti, la Legge di Bilancio 2021 abbia introdotto agevolazioni per le persone disabili, le loro famiglie e gli enti del Terzo Settore afferenti al mondo della disabilità, al fine di migliorare la vita di tutti i giorni: dall’abbattimento delle barriere architettoniche all’inclusione scolastica, dall’aumento dei fondi per la non autosufficienza al Dopo di Noi.

Legge di Bilancio 2021: nuove misure per la disabilità

La Legge di Bilancio 2021 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023) è stata approvata il 30 dicembre del 2020. Vediamo insieme le nuove misure:

 

Inclusione scolastica, sostegno e sussidi

Iniziamo dalla prima misura “Inclusione scolastica, sostegno e sussidi” introdotta per finanziare strumenti, personale e formazione del personale. Finalmente vedremo un incremento di 5.000 posti per gli insegnanti di sostegno per il 2021, di 11.000 per l’anno accademico 2022/2023 e di 9.000 per il 2023/2024.

Inoltre, saranno destinati 10 milioni di euro al Fondo per l’attuazione del Piano nazionale di formazione, ex Buona Scuola, per la formazione obbligatoria del personale docente (non in possesso di specializzazione) impegnato nelle classi con alunni con disabilità.

Un’attenzione speciale è stata data anche all’acquisto e alla manutenzione di attrezzature tecniche e di sussidi didattici utili agli alunni con disabilità, con un ulteriore finanziamento di 10 milioni di euro.

Infine, sempre in ambito di inclusione, alle scuole paritarie e agli istituti AFAM – Alta Formazione artistica, musicale e coreutica che accolgono alunni con disabilità andranno ulteriori risorse: 70 milioni di euro alle prime e 1 milione di euro ai secondi, a decorrere dal 2021.

 

Opzione Donna e Ape Sociale, Assegno natalità, reddito di cittadinanza e Fondo bambini affetti da malattia oncologica

Tra le riconferme della nuova Legge di Bilancio ci sono:

  • le Opzione Donna e Ape Sociale prorogate al 31 dicembre 2021, due formule ormai previste da qualche anno che consentono, in casi molto particolari, una anticipazione pensionistica;
  • l’Assegno di natalità, istituito già nel 2014, che sarà riconosciuto per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, così come il congedo di paternità esteso a tutto il 2021, con durata elevata a 10 giorni;
  • il Reddito di cittadinanza incrementato di 196,3 milioni di euro per l’anno 2021, e di circa 475 milioni per gli anni successivi;
  • il Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, noto anche come Dopo di Noi, che avrà un incremento di 20 milioni (per un totale di 76 milioni per il triennio 2021-2023);

Infine diventerà strutturale il Fondo per l’assistenza dei bambini affetti da malattia oncologica con 5 milioni di euro annui a partire dal 2021.

 

Contributo per le madri di disabili disoccupate o monoreddito

Malgrado molti dubbi, con articolo 1, commi 365-366, si introduce per il 2021, 2022, 2023 un contributo per le madri di disabili disoccupate o monoreddito.

Si legge testualmente: “Alle madri disoccupate o monoreddito facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento, è concesso un contributo mensile nella misura massima di 500 euro netti, per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023. A tale fine è autorizzata la spesa di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023 che costituisce limite massimo di spesa”. 

Molte sono state le perplessità in merito, ma si spera che dubbi sollevati saranno risolti col decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

 

Superbonus 110% su barriere architettoniche

Con la Legge di Bilancio 2021 è stato prorogata anche l’applicazione della detrazione al 110% (il cosiddetto Super Bonus) per interventi effettuati dal 1° luglio 2020 fino al 30 giugno 2022.

Oltre ad alcune precisazioni sugli edifici e le opere ammesse alla detrazione, la legge introduce un’importante novità: la detrazione agli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche anche nel caso siano effettuati in favore di persone aventi più di 65 anni.

Come si legge, dovrebbe trattarsi di interventi per la realizzazione di miniascensori, montacarichi, montascale e “di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità”.

Purtroppo ancora non sono ben chiari tutti passaggi, ogni modo Ceteco ha pensato a un pacchetto molto vantaggioso che in questo momento di incertezza potrà aiutare molte famiglie: scopri le offerte Ceteco.

 

Fondo per i caregiver familiari

Il 2021 segnerà un passo in avanti anche verso il riconoscimento dei caregiver familiari. Infatti, con il comma 334 è stato riconosciuto un fondo per la copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività svolta dal caregiver familiare, con una dotazione di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, per un totale di 90 milioni di euro nel prossimo triennio.

 

Fondo per l’Alzheimer e le demenze

“Al fine di migliorare la protezione sociale delle persone affette da demenza e di garantire la diagnosi precoce e la presa in carico tempestiva delle persone affette da malattia di Alzheimer – si legge nel comma 330 – è istituito un fondo, denominato Fondo per l’Alzheimer e le demenze, con una dotazione di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.”

Il Fondo è destinato al “Piano nazionale demenze e servirà per l’acquisto di apparecchiature sanitarie, volti al potenziamento della diagnosi precoce, del trattamento e del monitoraggio dei pazienti con malattia di Alzheimer, al fine di migliorare il processo di presa in carico dei pazienti stessi.

 

Fondo per la cura soggetti con l’autismo

Nuovo incremento di 50 milioni per il 2021 e anche nuovi criteri e modalità per l’uso del Fondo autismo, con le percentuali vincolate per i diversi settori di intervento (però per nessuno di questi fondi sono previsti contributi diretti alle famiglie):

  1. a) una quota pari al 15% – sarà destinata allo sviluppo di progetti di ricerca riguardanti le basi eziologiche, la conoscenza del disturbo dello spettro autistico, il trattamento e le buone pratiche terapeutiche ed educative;
  2. b) una quota pari al 25% – andrà a incrementare il numero delle strutture semiresidenziali e residenziali pubbliche e private con competenze specifiche sui disturbi dello spettro autistico in grado di effettuare il trattamento di soggetti minori, degli adolescenti e degli adulti;
  3. c) una quota pari al 60% – verrà usata per aumentare il personale del SSN.

 

Fondo contro le discriminazioni e la violenza di genere

Con la Manovra di Bilancio 2021 nasce, e non possiamo che esserne felici, il Fondo contro le discriminazioni e la violenza di genere.

Con 6 milioni di euro totali per il triennio 2021-2023 si garantiscono le attività di promozione della libertà femminile e di genere e le attività di prevenzione e contrasto delle forme di violenza e discriminazione fondate sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.

Potranno accedervi tutte le associazioni del Terzo Settore che recano nello statuto finalità e obiettivi rivolti alla promozione della libertà femminile e di genere e alla prevenzione e al contrasto delle discriminazioni di genere, e che svolgono la propria azione da almeno tre anni.

 

Potenziamento del sistema dei servizi sociali territoriali

Potenziare il sistema dei servizi sociali comunali e rafforzare i servizi territoriali, per farlo la Legge di Bilancio 2021 pone due obiettivi:

  • un rapporto fra assistenti sociali impiegati nei servizi sociali territoriali e popolazione residente pari a un assistente sociale ogni 5 mila abitanti in ogni ambito territoriale;
  • un rapporto fra assistenti sociali impiegati nei servizi sociali territoriali e popolazione residente pari ad almeno un assistente sociale ogni 4 mila abitanti.

Per raggiungere questi scopi sono stati stanziati 40 mila euro per ogni assistente sociale assunto a tempo indeterminato e a tempo pieno fino a raggiungere il rapporto 1/5000 e 20 mila euro per ogni assistente sociale assunto a tempo indeterminato a tempo pieno fino a raggiungere il rapporto 1/4000.

 

Parcheggi gratuiti per persone con disabilità

Per quest’anno e l’anno prossimo è stato istituito un fondo destinato all’erogazione di contributi (3 milioni di euro per l’anno 2021 e di 6 milioni di euro per l’anno 2022) in favore dei comuni che provvedono a istituire spazi riservati alla sosta gratuita dei veicoli adibiti al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria muniti di contrassegno speciale.

 

Misure per il sostegno alla partecipazione politica

Per favorire la partecipazione politica e superare le difficoltà che le persone con disabilità possono incontrare nel sottoscrivere proposte di legge di iniziativa popolare o richieste di referendum è stato previsto uno stanziamento di 100mila euro annui per la realizzazione di una piattaforma di raccolta delle firme digitali. Un primo passo per garantire una partecipazione politica attiva da parte di tutti i cittadini.

 

Fondazione Libri italiani accessibili (LIA)

I libri danno la possibilità di vivere tante vite in una; per garantire l’accesso e la fruizione dei prodotti editoriali a tutte le “categorie deboli”, in particolare alle persone con disabilità visiva, anche attraverso eventi di sensibilizzazione, ricerca sull’accessibilità digitale, corsi di formazione e attività di consulenza, è assegnato un contributo aggiuntivo di 100.000 euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 in favore della Fondazione Libri italiani Accessibili (LIA)

 

Contributo alla FISH (e altri)

La FISH – Federazione Italiana Superamento Handicap riceverà un nuovo contributo al fine di promuovere e garantire l’inclusione sociale nei diversi ambiti della comunità. La Legge di Bilancio 2021 di fatto riconosce nuovamente alla Federazione il suo ruolo centrale nella garanzia delle attività di inclusione sociale delle “persone con differenti disabilità” e ne aumenta il finanziamento a 400 mila euro, portandolo a 800 mila euro e confermando i 400mila euro per il 2022.

Richiedi Catalogo

Richiedi Catalogo Sì, voglio ricevere gratis il nuovo catalogo 2019-20 dei prodotti Ceteco


Articoli in evidenza

Consulente 3 modal

Un consulente è pronto per una consulenza gratuita
Contattaci per ricevere una consulenza gratuita, prendi un appuntamento con uno dei nostri esperti Ceteco e chiedi un preventivo gratuito senza nessun obbligo di acquisto.