050 955.503 050 955.503
Montascale per Anziani e Disabili

        X





          X





          12 Dic, 2023 | In evidenza, Società, Terza età

          Mancano ormai poche settimane al Natale e già si respira un’aria festosa e allegra, che riempie le persone di gioia e spensieratezza, pronte già a organizzare le feste in famiglia e con gli amici. In un periodo in cui tutti dovrebbero essere felici, vi sono tantissime persone che vivono il Natale con ansia, depressione e stress, degli stati d’animo particolarmente comuni negli anziani. In questo articolo quali sono le principali cause della depressione degli anziani durante le festività natalizie e come aiutarli a vivere serenamente il Natale.

          Perché gli anziani sono depressi a Natale?

          Non vi sono dati statistici che confermano come i casi di depressione aumentano durante le festività natalizie, ma molti psicologi hanno registrato e analizzato questo fenomeno e parlano di “depressione bianca o natalizia”. Per comprendere quali sono le principali cause della depressione negli anziani, è opportuno fare un esempio pratico: un anziano che non ha figli, amici o altri parenti che lo invitano al cenone di Natale e si ritrova solo a fissare una tv dove trasmettono esclusivamente film o immagini gioiose, si tratta sicuramente di un momento infelice e triste. La causa principale della depressione negli anziani durante le feste natalizie è proprio la solitudine, che riguarda circa il 53% delle persone over 65. Essere soli a Natale può sicuramente aumentare il senso di depressione o i pensieri negativi nell’anziano, soprattutto se ha da poco perso una persona cara o i parenti e gli amici più stretti sono impossibili da raggiungere. Sebbene la solitudine sia la principale causa della depressione natalizia negli over 65, ve ne sono molte altre che possono compromettere la stabilità mentale e provocare sentimenti negativi. Le persone anziane, soprattutto se abitano da soli e sono autosufficienti, hanno sviluppato una propria routine quotidiana e cambiarla in occasione del Natale potrebbe essere causa di depressione. Si pensi all’anziano che è solito mangiare alle sette di sera e che non esce mai dopo cena, ma si vede costretto a farlo in occasione del Natale, questo appuntamento festivo diventerà un tormento e gli provocherà ansia, tristezza e addirittura depressione. La depressione natalizia negli anziani può derivare anche dai pensieri negativi, ad esempio si ricorda con nostalgia il passato quando si era giovani, spensierati e circondati dall’amore e dall’affetto delle persone care. Il Natale rappresenta per molti anziani il periodo in cui si fa il bilancio della propria vita e se è negativo o non si sono raggiunti gli obiettivi sperati, potranno insorgere sentimenti di ansia. Quando le aspettative di una persona anziana non vengono soddisfatte, ad esempio non si rende partecipe dell’organizzazione delle feste natalizie, la prima reazione può essere l’insoddisfazione e in seguito trasformarsi in depressione. La depressione negli over 65 può essere connessa a dei problemi fisici, difatti se l’anziano ha delle difficoltà motorie o si muove esclusivamente con la sedia a rotelle non sarà sicuramente semplice spostarlo da casa e convincerlo a partecipare alle varie cene natalizie in famiglia. L’ultima causa, anche se potrebbero essercene molte altre, riguarda il fattore economico, che incide moltissimo sull’umore degli anziani. Chi percepisce una pensione minima non ha sicuramente la possibilità di affrontare delle spese in occasione del Natale, quindi dovrà rinunciare al rito dei regali, una condizione che può portare sicuramente alla depressione.

          Depressione negli anziani durante le vacanze di nataleLa solitudine degli anziani a Natale e come eliminarla

          Ora che abbiamo analizzato quali sono le principali cause della depressione negli anziani durante le vacanze di Natale, bisogna trovare delle soluzioni e cercare di rendere meno traumatici e tristi questi giorni di festa. Il primo passo per aiutare e supportare gli anziani durante le feste consiste nell’individuare le cause della loro depressione, che come abbiamo sottolineato possono riguardare diversi aspetti della vita dell’anziano. Molti anziani non hanno la possibilità di trascorrere in compagnia il Natale ed è davvero penoso saperli soli e tristi a casa, ma la soluzione è a portata di mano: organizzarsi in anticipo per trascorrere le feste insieme. Se hai dei nonni o altri parenti anziani che vivono lontano da te, non devi assolutamente lasciarli soli ma contattare tutta la famiglia e organizzare una festa di Natale nella loro casa. Se gli impegni lavorativi o la distanza ti impediscono di organizzare una festa con gli anziani della tua famiglia, allora dovrai cercare una soluzione alternativa: chiamare gli amici, i vicini di casa o i parenti più stretti e chiedergli di invitarli a casa, saranno ben felici di accoglierli. La situazione cambia completamente se l’anziano non ha parenti o amici e non sa come trascorrere il Natale in compagnia, in questo caso bisognerà affidarsi alla gentilezza delle associazioni o degli enti benefici, che organizzano pranzi di Natale o altre attività per gli over 65 che sono rimasti soli. Se conosci un anziano che è solo, un gesto molto carino e disinteressato è di invitarlo alla tua cena di Natale, sicuramente sarà felicissimo di trascorrere delle ore in compagnia della tua famiglia. Sul web ci sono tantissimi anziani che scrivono per avere compagnia durante le festività natalizie, basta contattarli e soddisfare la loro richiesta.

          Come supportare gli anziani durante le feste

          Per non cambiare le abitudini delle persone anziane durante le festività e non provocargli ansia o stress è necessario assecondarli e soddisfare le loro aspettative. Se l’anziano non vuole uscire di casa, allora sarà l’intera famiglia ad andare da lui, compresi gli amici e gli altri parenti. Le abitudini degli anziani sono difficili da cambiare, quindi dovrai organizzare con loro come trascorrere le feste di Natale, cercando sempre un compromesso e di rendere questo periodo spensierato e gioioso. I pensieri negativi o le aspettative non soddisfatte sono causa di depressione negli anziani in occasione del Natale, quindi il nostro principale compito è allontanare tali stati mentali e cercare in ogni modo di creare un clima gioioso e allegro. Quando l’anziano è intrappolato in un circolo vizioso di negatività, puoi iniziare ad aiutarlo semplicemente ascoltandolo e fornendogli sostegno o consigli utili. Condividere con qualcuno le proprie preoccupazioni o ansie è il primo passo per allontanare la depressione, ma il tuo compito di certo non finisce qui, perché dovrai rendere queste feste natalizie davvero indimenticabili. Per aiutarlo a superare la depressione natalizia puoi renderlo partecipe dei preparativi oppure puoi cucinare i suoi piatti preferiti o accompagnarlo alla messa di Natale. Se il tuo obiettivo è di rendere il Natale davvero indimenticabile, allora perché non ricreare le tradizioni che era solito fare da giovane o in alternativa regalare un assistente vocale che possa fargli compagnia durante il giorno e che è già connesso con il tuo smartphone. Nel caso in cui l’anziano ha difficoltà economiche e non vuole festeggiare il Natale per evitare di fare i regali, la soluzione è davvero semplice: decidere con tutta la famiglia di scambiarsi dei doni simbolici, ad esempio scrivere solo un biglietto di auguri o realizzare dei piccoli pensierini con materiali di riciclo. Se si desidera comunque rispettare il rito dello scambio dei regali, per non mettere in difficoltà l’anziano si può organizzare una sorta di lotteria: prima della cena di Natale ogni invitato estrarrà un biglietto con il nome del destinatario del regalo, in questo modo dovrà sostenere la spesa solo per una persona. Il discorso cambia completamente se l’anziano soffre di depressione natalizia a causa di problemi fisici e non vuole essere un peso per gli altri. La disabilità fisica, soprattutto nelle feste natalizie, può aggravare la depressione o isolare ancora di più l’anziano, ma non bisogna scoraggiarsi e trovare la soluzione più adeguata, ad esempio si possono regalare degli ausili per la mobilità che gli consentano di vivere pienamente il Natale. 

          I familiari e gli amici possono regalare all’anziano un montascale, un pratico e comodo dispositivo per salire o scendere in completa autonomia le scale. Per avere la sicurezza di acquistare un montascale di altissima qualità che sia resistente, comodo, facile da montare e poco ingombrante allora puoi contattare l’azienda specializzata Ceteco, che da diversi anni produce ausili per la mobilità. In base alle esigenze dell’anziano, sono disponibili montascale a poltroncina o con piattaforma, indispensabili per chi si muove con la sedia a rotelle all’interno della propria casa. Sempre nell’ottica di far vivere all’anziano un Natale felice e allegro, basterà contattare Ceteco per l’installazione del montascale nei giorni che precedono le festività, sarà una sorpresa che cambierà il corso della sua vita. Se si opta per l’installazione di un montascale a poltroncina, potrai decidere anche il colore e il rivestimento della seduta, magari chiedendo all’anziano qual è lo stile che preferisce e per finire non dimenticarti di posizionare un bel fiocco rosso sul nuovo dispositivo per la mobilità.

          In conclusione, la depressione negli anziani durante le festività natalizie è molto comune, ma come abbiamo visto vi sono tantissimi gesti o attività che si possono mettere in campo per aiutarli a superare con serenità questo periodo, basta solo essere attenti, generosi e altruisti.

           

          Richiedi Catalogo

          Richiedi Catalogo Sì, voglio ricevere gratis il nuovo catalogo 2023 dei prodotti Ceteco

            Dichiaro* di aver preso visione della privacy policy di TK Home Solutions srl a Socio Unico

            Articoli in evidenza

            Consulente 3 modal

            Un consulente è pronto per una consulenza gratuita
            Contattaci per ricevere una consulenza gratuita, prendi un appuntamento con uno dei nostri esperti Ceteco e chiedi un preventivo gratuito senza nessun obbligo di acquisto.