050 955.503 050 955.503
Montascale per Anziani e Disabili

        X

          X

          6 Mag, 2022 | Terza età

          La nostra società sta vivendo una vera rivoluzione demografica: secondo il Bollettino Epistemologico Nazionale, nei prossimi 5 anni – per la prima volta nella storia dell’umanità – il numero di persone di età uguale o superiore a 65 anni supererà quello dei bambini al di sotto dei 5 anni.

          Tuttavia se invecchiare è inevitabile, è però doveroso fare una riflessione sulla necessità e l’importanza di adottare un nuovo stile di vita adatto per gli over 65, in grado di introdurre un nuovo approccio molto più “attivo” alla quotidianità dopo la pensione e capace di fondarsi su quattro principi cardine: regolare attività fisica, alimentazione sana e rapportata ai nuovi bisogni dell’organismo, visite mediche e screening regolari, stop all’abuso di alcool e fumo.

          Percentuale degli anziani in Italia

          L’invecchiamento della popolazione italiana, in base alle ricerche dell’Istituto Superiore della SanitàEpicentro, è stato negli ultimi 50 anni uno dei più rapidi in Europa e si stima che nel 2050 la quota di ultra 65enni ammonterà al 35,9% della popolazione totale, con un’attesa di vita media pari a 82,5 anni.

          Questa maggiore “longevità” se da un lato rappresenta una grande conquista e il segno più evidente del benessere della società dato dal miglioramento delle condizioni di vita e dai progressi della medicina; dall’altro, però, è anche una sfida che rende necessario attuare nel più breve tempo possibile politiche e programmi che affrontino i temi dell’invecchiamento.

          L’invecchiamento della popolazione ha infatti profonde implicazioni per molti aspetti della vita umana: influenza le economie, i mercati del lavoro, l’assistenza sociale, senza parlare della pressione sul sistema sanitario.

          La longevità spesso si accompagna a malattie croniche come quelle cardiovascolari, il diabete, l’Alzheimer e altre patologie neurodegenerative, che causano una diminuzione della qualità della vita e una maggiore gestione delle cure e dell’ospedalizzazione; secondo il rapporto “Stato di salute e prestazioni sanitarie nella popolazione anziana” del Ministero della Salute, il 37% dei ricoveri ospedalieri ordinari riguarda la popolazione anziana.

          Detto questo, è bene ricordare che i problemi di salute non sono una conseguenza inevitabile dell’invecchiamento. Ecco perché è importante oggi parlare di nuova modalità di vivere la terza età.

          L’importanza di uno stile di vita salutare per gli ultra 65 anni

          Superare i 70 anni non significa prepararsi alla vita da “nonni”: ma saper riorganizzare gli impegni quotidiani, gli hobby e le passioni per rimanere attivi il più a lungo possibile. 

          Proprio grazie ai passi in avanti fatti dalla medicina oggi possiamo vantare una qualità della vita maggiore rispetto al passato. Tuttavia, è necessario continuare a prendersi cura di se stessi gestendo vari aspetti del proprio benessere fisico e anche psicologico.

          Non bisogna infatti sottovalutare la parte “mentale” di questa nuova fase, perché è quella che darà la spinta per intraprendere nuove attività e per mettersi alla prova, abbandonando progressivamente la “comfort zone”, ovvero quelle abitudini quotidiane in cui ci si sente ormai a proprio agio. D’altro canto, è altresì opportuno riprendere le attività fisiche, superare i propri limiti e sentirsi bene nel proprio corpo.

          Essere attivi a 70 anni vuol dire dunque questo: sperimentare, trovare nuovi hobby, risintonizzarsi con il proprio fisico e, soprattutto, vivere nuove avventure.  

          7 consigli per rimanere attivi invecchiando

          I consigli non dovrebbero mai mancare, anche dopo i 65 anni! Ecco allora 7 piccoli spunti di riflessione che vogliono essere di incoraggiamento se non per cambiare la propria visione della vita post pensione, almeno per riflettere sull’importanza di vivere momenti indimenticabili a ogni età.

          Trova dei nuovi hobby

          Spegni la tv e inizia a pensare a nuovi hobby che puoi praticare: sei più il tipo da giardinaggio o preferisci iniziare un corso di pittura? Gli hobby e le attività ti daranno modo di uscire di casa e di avere un impegno quotidiano che ti occuperà sia fisicamente che mentalmente. 

          Fai attività fisica

          Non è mai troppo tardi per iniziare a fare un’attività fisica. Si possono scegliere tra varie discipline – dalla yoga al cross fit – o dedicarsi agli attrezzi per migliorare il proprio tono muscolare. Naturalmente è importante concordare le attività con il proprio medico curante per non incorrere in esercizi troppo “impegnativi” per la propria salute.

          Socializza, conosci nuove persone

          Da un lato non si vuole interagire con nuove persone, dall’altro si sente la necessità di socializzare per combattere la solitudine. Ci sono molti modi per conoscere altri ultrasessantenni limitando il tempo di intrattenimento: ad esempio con delle attività come i corsi di teatro o corsi di cucina. Anche decidere di imparare una nuova lingua permette di conoscere persone di diverse età e di trascorrere qualche ora in buona compagnia. 

          Cambia dieta settimanale

          Uno degli obiettivi dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) è quello di ridurre il sale sia nei prodotti in vendita sia nella preparazione dei piatti. Anche lo zucchero però dovrebbe essere limitato dopo una certa età e in base alla propria storia medica (incluso intolleranze varie e reazioni a determinati cibi) potrebbe essere necessario eliminare o ridurre qualche altro alimento dalla propria dieta settimanale. Grazie ai nutrizionisti possiamo avere una dieta personalizzata che a lungo tempo funzionerà come una medicina!

          Sottoponiti a controlli quotidiani e screening

          Prendersi cura di se stessi include anche seguire le misure di prevenzione raccomandate per la diagnosi precoce, come nel caso degli screening per il tumore del seno, della cervice uterina e del colon retto, del diabete e relative complicazioni e della depressione. Quasi tutte le Regioni danno la possibilità di fare gli esami in modo gratuito ed è un appuntamento a cui non bisogna mancare. Inoltre, è importante seguire correttamente le terapia e prendere i farmaci nel modo indicato per non rischiare controindicazioni.

          Usa ausili per la mobilità

          Rimanere indipendenti e autonomi il più possibile è essenziale, per questo occorre circondarsi di impianti o apparecchi che possono facilitare la vita di tutti i giorni e la mobilità: dagli assistenti vocali come Google Home o Alexa a soluzioni come i montascale o i servoscala che possono unire i due livelli della casa o rendere accessibile il condominio.

          Fuori dalla comfort zone

          Le abitudini ci fanno sentire a nostro agio. Eppure la vita non può essere un’abitudine dopo l’altra, ma istanti che la rendono unica e meravigliosa. Ecco, come ultimo consiglio, c’è quello di vivere ogni istante e di impegnarsi a fare dei viaggi (ci sono dei tour o delle crociere organizzate appositamente per persone ultra 65enni), escursioni o qualsiasi cosa che ci porti lontano dal divano!

           

          Richiedi Catalogo

          Richiedi Catalogo Sì, voglio ricevere gratis il nuovo catalogo 2022 dei prodotti Ceteco

            Articoli in evidenza

            Consulente 3 modal

            Un consulente è pronto per una consulenza gratuita
            Contattaci per ricevere una consulenza gratuita, prendi un appuntamento con uno dei nostri esperti Ceteco e chiedi un preventivo gratuito senza nessun obbligo di acquisto.